Il Servizio Diocesano per il Catecumenato

La responsabilità primaria e diretta dell’Iniziazione cristiana è del Vescovo.

Per l’attuazione pratica si avvale del Servizio Diocesano per il Catecumenato, organismo formato da sacerdoti e laici, con la finalità di promuovere e coordinare in tutta la Diocesi idonei itinerari di iniziazione cristiana, affinché possa sorgere una seria proposta catecumenale, fedele al RICA e rispettosa della realtà locale.

 Compiti specifici

  • Sensibilizzare i sacerdoti e gli operatori pastorali sul valore della scelta del catecumenato, promuovendo soprattutto l’approfondimento del RICA e la conoscenza delle linee pastorali della diocesi per il Catecumenato;

  • offrire adeguata formazione e sostegno agli operatori dell’iniziazione cristiana: sacerdoti, diaconi, catechisti, padrini,animatori dei gruppi di accompagnamento dei catecumeni;

  • animare e sostenere la loro azione, ma anche fare scoprire e apprezzare il valore e il significato del catecumenato;

  • elaborare proposte di itinerari di iniziazione cristiana, secondo il RICA e fedeli alle direttive del Vescovo, per giovani-adulti e fanciulli-ragazzi ed operare affinchè la scelta del Catecumenato trovi concreta attuazione nelle parrocchie;

  • determinare, secondo le disposizioni del vescovo, la durata del Catecumenato, offrire direttive per i tempi dei riti di passaggio, delle consegne e degli scrutini;

  • proporre criteri per discernere e valutare la preparazione dei candidati e la loro ammissione prima tra i catecumeni, successivamente fra gli eletti;

  • precisare i contenuti del primo annuncio e della catechesi, tenendo presente la cultura di appartenenza dei catecumeni e la loro religione di appartenenza. Allo scopo sarà utile avere a disposizione sussidi biblici, catechistici e liturgici usati nelle Chiese di origine dei catecumeni;

  • offrire suggerimenti e proposte per concrete esperienze caritative e ascetico-penitenziali;

  • offrire alle Parrocchie il proprio aiuto, per fare conoscere esperienze, rendere disponibili sussidi e strumenti utili ad una fruttuosa opera di formazione e di accompagnamento dei nuovi credenti verso il battesimo;

  • valorizzare il posto e il cammino dei Catecumeni in seno alla comunità cristiana. Coloro che si avvicinano alla fede non sono una tabula rasa da indottrinare, ma adulti che portano problemi, insieme a ricchezze di vita. La Chiesa riceve per se stessa queste ricchezze di vita, questi nuovi carismi, mentre dona la parola di Cristo.

 

(Nota CEI “L’iniziazione Cristiana orientamenti per il Catecumenato degli adulti” nn. 53-54)